La giuria è composta da 5 illustri referenti dei soggetti patrocinanti: Consiglio Nazionale degli Ingegneri, Consiglio Nazionale degli Architetti, Università di Pisa e BIMobject; ad essi si aggiunge un rappresentante di Comoli Ferrari.

Lo scopo è quello di giudicare in modo neutrale e pertinente i progetti depositati, utilizzando criteri di creatività, progettazione innovativa, sensibilità ambientale, concretezza realizzativa, unicità ed appeal estetico.